Il  percorso prende il nome dalla località di uno dei più belli borghi mediovali esistente in Toscana nato durante le incursioni barbariche, sotto il dominio della signoria dei Baschi, che ne fecero uno dei più importanti centri della valle dell’albegna.Nel 1370  fu sottomesso dai senesi che lo modellarono dal punto di vista urbanistico  a loro somiglianza. Nacque in quel periodo la chiesa di S.Giorgio gioiello dell’arte romanica, custode gelosa di un  patrimonio artistico che non ha eguali nella provincia di Grosseto.All’interno di essa troviamo infatti opere come il Polittico di Sano di Pietro, la madonna della Gattaiola, il S.Pietro del Vecchietta e una miriade di affreschi  di rara bellezza. Nel centro storico da visitare P.za del Castello antica piazza d’armi che conserva ancora oggi il fascino suggestivo dell’epoca mediovale.

Il tracciato adatto adatto sia agli appassionati di mtb  agli amanti dei trekking nonché per le escursioni a cavallo si divide in due percorsi: percorso corto, medio e lungo. Il percorso corto misura circa 7 Km, il medio misura circa 10 Km, ed  il percorso lungo misura Km. circa 19.

La partenza avviene dal parcheggio di Via dello Spedale (adiacente il centro storico) si percorre via E. Fermi, Via del Bivio per poi immettersi sulla strada vicinale del Saragiolo. In fondo alla discesa si gira a sinistra e dopo circa due chilometri si raggiunge la  strada dei Pianetti.Girando a destra dopo 100 metri, si gira ancora a destra  per poi percorrere all’interno di un bosco un tratto di circa 1 chilometro e 500 metri , sino alla localita Poderi di Montemerano. Raggiunta detta località, il percorso di divide. A destra si raggiunge di nuovo la meta dopo circa 20 minuti, metre proseguendo diritto  e  oltrepassata la SP. 159,  girando a sinistra il  tracciato si indirizza verso il percorso medio e lungo. Dopo aver percorso  circa 3 chilometri quasi tutti in forte discesa, il  tracciato si divide ancora. A destra si raggiunge la meta  con 30 minuti mentre girando a sinistra ci si dirige  per il percorso lungo.Il tracciato attraversa una vasta zona agricola  costituita da numerose aziende  presenti lungo il sentiero. Risalendo  verso la meta, è possibile  ammirare la valle del fiume Albegna in loc. Le Volte.Il tracciato torna verso la meta dal medesimo punto ove lo stesso si è diviso nel percorso medio e percorso lungo.